FUNGHI Amanita Rubescens (Tignosa Vinata)

Amanita Rubescens: fa parte dei funghi commestibili. Esemplari di funghi Amanita Rubescens cresciuto sotto pino silvestre a Cuvirone (Varese). Si osservino le verruche colorate.

Amanita = fungo
Rubescens = rosseggiante.

Funghi buoni: ma solo se ben cotta.

Funghi velenosi: se ingerito crudo: infatti contiene sostanze tossiche termolabili, cioè che scompaiono a temperature superiori a 70°, dette emolisine.

DESCRIZIONE DEI FUNGHI: funghi che possono raggiungere dimensioni notevoli che variano in altezza dai 20 ai 22 cm mentre il cappello può arrivare ad avere un diametro di 15 cm. In annate umide, tuttavia, sono stati rinvenuti funghi molto più grossi; con clima secco, invece, le dimensioni non raggiungono neppure quelle normali. Il cappello è bruno rossastro, a volte anche rosa scuro; in caso di piogge continue può essere quasi bianco, scuro solo al centro; è coperto da verruche bruno-chiare o rossastre o di colore uguale al cappello (mai però bianche) più abbondanti verso il centro; l'orlo è liscio, non striato. Gambo abbastanza robusto, bianco e striato sopra l'anello; sotto è poco più scuro, con tendenza al rossastro. Pochi i residui di volva sul piede nettamente bulboso. Anello sempre presente, ampio, pendente come una gonnella, bianco sopra, roseo sotto, striato. Le lamelle; alternate a lamellule, sono abbastanza fitte e alte, bianche ma tendenti ad arrossire se toccate. La carne è bianca ma al taglio o all' ammaccatura vira lentamente verso un color rosso vino, soprattutto al piede.

CARATTERISTICHE PECULIARI DEI FUNGHI: l'arrossamento della carne all'ammaccatura e al taglio.

VARIETÀ DI FUNGHI: alcuni micologi hanno individuato una varietà di funghi di dimensioni ridotte col cappello bruno violetto e il gambo violetto. Altri considerano questa varietà di funghi una specie a sé stante e l'hanno battezzata Amanita Pseudorubescens (funghi buoni).

Sezione di Amanita Rubens(funghi buoni) cotto, (funghi velenosi) crudo) e Amanita Pantherina (funghi velenosi) sotto). Il cambiamento del colore della carne al taglio è una caratteristica dell'Amanita Rubescens (funghi buoni) sopra. Tuttavia, tale arrossimento non sempre è evidente e rapido.

SI POSSONO CONFONDERE CON ALTRI FUNGHI: l'Amanita Pantherina (funghi velenosi) da cui si distingue per l'orlo del cappello liscio e non striato e soprattutto per la tendenza all'arrossamento della carne, immutabile nell'Amanita Pantherina (funghi velenosi) inoltre quest'ultima ha le verruche bianche e più piccole. È abbastanza simile anche l'Amanita Spissa (funghi discreti) che però ha carne immutabile ed il colore del cappello e la forma del piede chiaramente diversi.

DOVE E QUANDO CRESCONO I FUNGHI: funghi che crescono dappertutto, in ogni tipo di terreno e in quasi tutti i tipi di bosco, sia in montagna sia in pianura. Molto comuni da fine maggio sino a novembre, soprattutto subito dopo un acquazzone.

COME SI RACCOLGONO I FUNGHI: importante è tagliarla sempre al piede per controllare innanzitutto il viraggio della carne.

COME SI PULISCONO I FUNGHI: questi funghi hanno, specie nei periodi piovosi, una cuticola piuttosto viscida: asportarla tutta è praticamente impossibile senza gettare via quasi tutto il fungo. Perciò è meglio eliminarne la maggior parte strofinando con le dita il cappello sotto un getto di acqua corrente. È opportuno lavarla in questo modo (e non in immersione) perché altrimenti, specie se i funghi sono maturi, assorbirebbero troppa acqua.

COME SI CUCINANO I FUNGHI: innanzitutto si scarti il gambo dei funghi più maturi; il resto va tagliato molto sottile e cucinato trifolato. Può essere mischiato anche con altre qualità di funghi, ma in questo caso è sempre meglio prebollirlo un poco, per evitare che non venga cotto abbastanza. Eccellente mescolato col Boletus Badius (funghi buoni) o col Boletus Versicolor (funghi discreti).

FUNGHI FUNGHI COMMESTIBILI FUNGHI PERICOLOSI RICETTE FUNGHI SISTEMATICA FUNGHI