FUNGHI Biannularia Imperialis (Armillariella imperialis)

tre funghi Biannularia imperialis non molto grosse, ma tipiche, trovate in settembre presso Bellamonte (Trento).

Biannularia = che ha un doppio anello
imperialis = imperiale

Funghi mediocri: se consumato fresco.

Funghi buoni: se conservati

DESCRIZIONE DEI FUNGHI: da giovani, questi funghi sono tutti racchiusi nel velo generale color biancastro-ocra, di forma triangolare; da adulto il diametro del cappello del fungo può raggiungere i 20 cm, e l'altezza i 12 cm; il cappello è bruno o castano, prima emisferico, poi quasi spianato, ondulato, carnoso, con orlo involuto, da giovane decorato da qualche residuo fioccoso; la Biannularia imperialis ha la cuticola secca, che va screpolandosi a partire dal centro. Gambo del fungo molto robusto e tozzo, duro, striato in alto, color bianco pallido, pieno. Due anelli membranosi biancastri, uno un po' più ampio appena al di sotto delle lamelle, l'altro a metà gambo. Lamelle molto fitte e sottili, decorrenti, biancastre, poi color crema, infine via via più scure fino al bruno-ocra. Carne soda, dura e bianca.

SAPORE E ODORE DEI FUNGHI: sapore forte quando è acerbo; odore di cocomero e un po' di cimice.

CARATTERISTICHE PECULIARI DEI FUNGHI: i due anelli.

SI POSSONO CONFONDERE CON ALTRI FUNGHI: Tricholoma colossus (funghi buoni), che però non ha i due anelli, ha la carne che arrossa al taglio, è inodore. Il Tricholoma caligatum (funghi mediocri), ha invece il gambo più lungo e rive­stito da una specie di calza, il cappello decorato da squame e un odore diverso.

DOVE E QUANDO CRESCONO I FUNGHI: le Biannularia imperialis sono funghi molto interrati nei boschi montani di conifere, in autunno.

COME SI CONSERVA: è bene utilizzare per la conservazione di questi funghi il solo gambo: sia seccato sia sott'olio o sott'aceto.

FUNGHI FUNGHI COMMESTIBILI FUNGHI PERICOLOSI RICETTE FUNGHI SISTEMATICA FUNGHI